Italia e Novel food- nuovi alimenti: insetti e non solo - LIUZZI e LIUZZI Studio legale e tributario Internazionale Italia- Spagna Blog Diritto italiano, Diritto Spagnolo, Diritto UE, Diritto Internazionale - LIUZZI e LIUZZI Studio legale e tributario Internazionale in Italia e Spagna. Avvocato, Dottore Commercialista, Economista a Roma,Milano,Barcellona,Madrid,Ibiza,Valencia,Palma e resto del territorio spagnolo e italiano

MENU
MENU
MENU
MENU
MENU
MENU
Vai ai contenuti

Italia e Novel food- nuovi alimenti: insetti e non solo

LIUZZI e LIUZZI Studio legale e tributario Internazionale in Italia e Spagna. Avvocato, Dottore Commercialista, Economista a Roma,Milano,Barcellona,Madrid,Ibiza,Valencia,Palma e resto del territorio spagnolo e italiano
Pubblicato da in Diritto italiano ·
Tags: novelfooditalynovelfoodinspainitaliaenuovialimentimangiareinsettiitalianormativaeuropeainsettispagna
LIUZZI e LIUZZI- Studio legale e tributario Internazionale in Italia e in Spagna

Novel food- nuovi alimenti in Italia: insetti e non solo

È bene chiarire innazittutto cosa intende il legislatore europeo con il termine inglese di “novel food” ossia “nuovi alimenti”.

Ci si riferisce col suddetto termine agli alimenti che non possono essere considerati “tradizionali” nell'Unione Europea poiché il loro consumo nei Paesi dell'UE, avendo stabilito come data di riferimento il 15 maggio del 1997 (data di approvazione del regolamento UE del 1997. Si tratta dunque di alimenti nuovi, innovativi, realizzati utilizzando nuove tecnologie, ma anche alimenti “tradizionali” in Paesi terzi e non nell'Unione Europea.


Il 20 dicembre del 2017 è stato approvato e controfirmato dal Presidente della Commissione Europea Jean- Claude Juncker il regolamento di esecuzione 2017/2470 dove si allega l'elenco di “nuovi alimenti” autorizzati dall'Unione Europea.

Attenzione i “novel  food” possono essere “insetti” ma anche ad esempio: nuove fonti di vitamina k, prodotti agricoli provenienti da Paesi terzi oppure alimenti derivati da nuovi processi produttivi come ad esempio il cibo trattato con raggi UV (ultravioletti) per esempio latte, pane o funghi.

La situazione in Italia è tuttavia ancora confusa poiché si prevedeva di dover disporre entro il 1 gennaio 2018 le norme attuative del regolamento 2283/2015 ma ciò non è stato fatto.

Dal 1 gennaio 2018 sono le aziende italiane interessate a dover fare domanda e presentare ovviamente l'ampia documentazione richiesta per permettere le immissione sul mercato di cosiddetti “nuovi alimenti”.

E in Spagna? Premere qui per conoscere le novità in Spagna

Copyright Studio Liuzzi e Liuzzi- www.studioliuzzieliuzzi.com
È vietata la riproduzione anche parziale senza il consenso dell'Avvocato Viviana Fiorella Liuzzi titolare dello Studio Liuzzi e Liuzzi.
Il contenuto presente sul sito www.studioliuzzieliuzzi.com è puramente informativo e non costituisce attività di consulenza professionale legale o tributaria tra professionista e cliente



ITALIA
Telefoni e fax                      
Tel.: +39 06 92 95 83 92
      +39 02 87 15 98 07
Roma- Milano- Bologna- Torino- Firenze
(e altre località italiane)      




Torna ai contenuti